Libro e film Bhutan

Sabato 22 Novembre, ore 18, Cinema Mignon, v. Benzoni 22

Presentazione del libro di Franca Rizzi Martini "Il barattolo di mandorle".
La scrittrice torinese durante un viaggio in Bhutan e Nepal scopre luoghi e personaggi incantevoli e coinvolta dalla
narrazione di episodi, emozioni e alcune delle mie avventure himalayane tra Bhutan, Nepal, Tibet e India...., decide
di farne un libro...

Seguirà la proiezione del film "86 cm" sottotitolato in inglese presentato dall'Associazione Amici del Bhutan - Italy (offerta libera)

Il film, imperdibile per gli appassionati di alta montagna, racconta la storia di un giovane contadino della valle di Paro che con
altri 350 volontari raggiunge il lago glaciale di Thorthormi a 4700 m. per scongiurare il grave pericolo di tracimazione dello stesso
a causa dello scioglimento dei ghiacciai.... (disponibili in vendita DVD film, Euro 12)

Dopo la proiezione, apericena con risotto alla zucca, stuzzichini, dolce e bevande presso il circolo UGM al primo piano di Palazzo Freddi in Corso Garibaldi 59.

Il ricavato della vendita dei libri, del DVD e dell'apericena sarà dedicato alla raccolta fondi per la Ginecologia dell'Ospedale
Generale di Thimphu in Bhutan.

8 ottobre

AGR San Carlo oltre i confini. Nello stesso giorno – riferisce l’Aor - sbarcano all’ospedale di Potenza una personalità di fama internazionale come Patch Adams, il medico dei bambini che ha inventato la clownterapia, e un’oscura ginecologa bhutanese, una delle poche di quel lontano Stato del subcontinente indiano.

“Cheni Zangmo – ha spiegato il direttore del Dipartimento della donna e del bambino Sergio Schettini - svolgerà un tirocinio di sei settimane presso l’Ostetricia e Ginecologia del San Carlo per apprendere le tecniche di chirurgia mininvasiva che in quel lontano Paese non sono ancora conosciute. Nei giorni scorsi ha avuto occasione di partecipare al congresso di Maratea, da me organizzato.
“Continua la buona pratica – commenta il dg Giampiero Maruggi – che ci vede impegnati in frequenti confronti internazionali. In realtà dove i medici sono scarsi e le dotazioni logistiche spesso inadeguate e insufficienti la crescita professionale del personale ha un fortissimo valore aggiunto a cui siamo lieti di contribuire, come abbiamo già fatto nei mesi scorsi con un medico congolese”. mi dell’infertilità e della procreazione assistita….

DAL BHUTAN AL SAN CARLO

Cultura dell’accoglienza e confronto. Così Giampiero Maruggi, direttore generale dell’A.O.R. “San Carlo”, ha commentato, in sintesi, l’intesa con l’associazione “Amici del Bhutan” grazie alla quale la dottoressa Cheni Zengmo entrerà a far parte, per uno stage di sei settimane, dell’equipe del dottor Sergio Schettini, direttore dell’U.O. di Ostetricia e Ginecologia del nosocomio lucano
La dottoressa Zengmo, ginecologa presso l’ospedale di Thimphu, approfitterà di questo tirocinio per apprendere le più innovative tecniche di chirurgia endoscopica, normalmente eseguite nel reparto del dottor Schettini, e trasferire ai suoi colleghi il know how acquisito. “Il progetto nasce da un contatto con l’Associazione durante un viaggio in Bhutan, uno piccolo stato dell’Asia che si trova ai piedi dell’Himalaya, tra il Tibet l’India – ha raccontato il dottor Sergio Schettini – uno stato con un alto tasso di povertà ma con un bassissimo tasso di infelicità”. Secondo i parametri occidentali basati sul Prodotto Interno Lordo, infatti, il Bhutan risulterebbe essere una delle nazioni più povere della terra. Ma nel piccolo staterello asiatico il PIL è stato sostituito con il FIL, l’indice di Felicità Interna Lorda, concetto che trae ispirazione dalla filosofia buddhista e che pone la persona al centro dello sviluppo. Ragion per cui, nonostante l’elevato tasso di povertà, in Bhutan nessuno muore di fame, non esistono mendicanti né criminalità e il 90% della popolazione ha accesso gratis alla sanità e all’istruzione pubblica.

La dottoressa Zengmo, ginecologa presso l’ospedale di Thimphu, approfitterà di questo tirocinio per apprendere le più innovative tecniche di chirurgia endoscopica, normalmente eseguite nel reparto del dottor Schettini, e trasferire ai suoi colleghi il know how acquisito. “Il progetto nasce da un contatto con l’Associazione durante un viaggio in Bhutan, uno piccolo stato dell’Asia che si trova ai piedi dell’Himalaya, tra il Tibet l’India – ha raccontato il dottor Sergio Schettini – uno stato con un alto tasso di povertà ma con un bassissimo tasso di infelicità”. Secondo i parametri occidentali basati sul Prodotto Interno Lordo, infatti, il Bhutan risulterebbe essere una delle nazioni più povere della terra. Ma nel piccolo staterello asiatico il PIL è stato sostituito con il FIL, l’indice di Felicità Interna Lorda, concetto che trae ispirazione dalla filosofia buddhista e che pone la persona al centro dello sviluppo. Ragion per cui, nonostante l’elevato tasso di povertà, in Bhutan nessuno muore di fame, non esistono mendicanti né criminalità e il 90% della popolazione ha accesso gratis alla sanità e all’istruzione pubblica.

scarlo 01  scarlo 02

 

Manga

 

  pres book

 

Cari soci,

l'Associazione "Per la Valdambra" organizza per sabato 25 ottobre prossimo una nuova iniziativa di cui si allega l'invito. Vogliamo festeggiare la nostra socia Maddalena Fortunati presentando un libro che la vede protagonista nei suoi viaggi in Nepal, Bhutan, Tibet ed India, scritto da Franca Rizzi Martini.
Sarà l'occasione per una simpatica e singolare cena conviviale vegetariana, l'alimentazione preferita dalla nostra amica Maddalena, che avrà luogo presso il casolare del Giardino del Belvedere in località La Selva di Montevarchi, gentilmente messa a disposizione dai soci Anna Rossini e Paolo Cioncolini.
Abbiamo stabilito una quota di partecipazione di 18 euro che serviranno per le spese di preparazione della cena e per un contributo alla associazione "Amici del Bhutan" di cui Maddalena è Presidente della sezione italiana.
Naturalmente è necessaria la prenotazione in tempo utile per poter provvedere agli approvvigionamenti e all'allestimento dei tavoli e preparazione della cena.
Per facilitare l'accesso di chi non conosce il posto, invieremo successivamente tutte le indicazioni necessarie.
Confidiamo vivamente nel gradimento dei soci per l'iniziativa e siamo sicuri che occuperemo tutti i posti disponibili.
Carissimi saluti.

ASSOCIAZIONE PER LA VALDAMBRA

 

 

Domenica 22 Giugno 2014: Pranzo bhutanese "raccolta fondi" (progetto formazione ginecologa bhutanese Dr.Cheni e ricostruzione Ashram Nani) a Corte San Bernardino di Campagnola Emilia presso la prestigiosa dimora storica messa gentilmente a disposizione dell'Associazione Amici del Bhutan per l'occasione, dal proprietario, Dr. Folloni. 

amib pranzo

L'evento organizzato da Amici del Bhutan Italia e da Associazione per lo sviluppo psicofisico, vuole essere un momento di scambio culturale e di saluto prima dell'estate.

Da Mantova, per strada normale, si raggiunge Campagnola Emilia via Suzzara/Gonzaga/Fabbrico

 Diversamente, il link per trovare le indicazioni della strada è questo.

http://turismo.comune.re.it/it/campagnola-emilia/scopri-il-territorio/arte-e-cultura/ville-dimore-teatri-storici/corte-di-san-bernardino.

Chi non avesse ancora provveduto a dare conferma della propria partecipazione, è gentilmente invitato a farlo.